Accedi a Imparosulweb!
Troverai i contenuti multimediali associati ai testi editi dal 2010 in avanti.

Dal 19/11/2016 Al 19/11/2016

Insegnare la storia in italiano: modelli teorici e pratica didattica - il Professor G. Cavadi all'IIC di Mosca

È possibile passare da un modello tradizionale di insegnamento cronologico-lineare, alla costruzione di un percorso didattico per temi e problemi? E quindi è possibile passare da un apprendimento mnemonico dello studente, allo sviluppo delle abilità cognitive?
IL Professor Giogio Cavadi terrà un seminario di 4 ore il pomeriggio del 19 novembre 2016 presso l'IIC di Mosca. Nella prima parte dell'incontro fornirà molti esempi per apprendere una storia d’Italia in modo semplice e chiaro, guardando anche alle “storie”. Nella seconda parte dell'incontro, invece, procederà con delle attività laboratoriali pensate come dei percorsi per insegnare la storia d'Italia, prendendo spunto dal suo testo Che storia! La storia italiana raccontata in modo semplice e chiaro.

Il seminario è gratuito
ed è destinato a tutti i docenti che insegnano italiano. L'iscrizione è obbligatoria e può essere fatta scrivendo ad uno dei seguienti indirizzi mail:
Ufficio Istruzione del Consolato: mosca.istruzione@esteri.it
Associazione AILI - prof.ssa Irina Bukreeva: moscaoggi@gmail.com

L'AUTORE
Giorgio Cavadi, Dirigente Tecnico del MIUR, ha insegnato italiano e storia nelle scuole secondarie superiori. E’ stato tutor di tirocinio e docente di didattica della storia nelle Scuole di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario. E’ autore di manuali di Storia e di una vasta produzione scientifica sui temi della didattica e della didattica della storia.

Il CONVEGNO
Sabato 19 novembre 2016,  ore 15.00-19.00
presso l'ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA 
Malyy Kozlovskiy per., 4,
Mosca




File da scaricare



Gentile utente.
Il nuovo sito Loescher è stato realizzato per consentire la migliore esperienza visiva e di navigazione possibile.
Il tuo browser purtroppo non risulta supportato al 100%.
Se decidi di proseguire potresti riscontrare problemi sia a livello estetico sia a livello di funzionamento.
Ti consigliamo quindi di passare ad una versione più recente di Internet Explorer oppure di usare Chrome o Firefox.

Se vuoi scaricare Chrome clicca qui.
Se vuoi scaricare Firefox clicca qui

Grazie

Loescher Editore