Accedi a Imparosulweb!
Troverai i contenuti multimediali associati ai testi editi dal 2010 in avanti.

Copertina opera

QdR - 2. Raccontare la scuola

Testi, autori e forme del secondo Novecento


Scuola Secondaria 1° Grado, Scuola Secondaria 2° Grado, Università
Anno pubblicazione: 2014

Perché raccontare la scuola di questi ultimi trent’anni? Perché farlo attraverso la letteratura? La prima risposta, la più semplice e la più vera, è che la scuola non ha voce. È sovrastata dalle voci degli altri: gli esperti di indagini sociologiche e statistiche, i giornalisti di fama, i politici di turno.
Il discorso letterario può restituirci le singolarità, il quotidiano dimesso e paziente dell’educazione, le sconfitte, le passioni, la resistenza quasi “ottusa” che la scuola oppone al senso comune di inattualità, di inutilità.
Questo libro ricostruisce il racconto della scuola degli ultimi trent’anni attraverso una ricognizione di opere e di autori significativi: da Starnone a Onofri, dai giovani insegnanti precari come Dai Pra’ e Visitilli ai maestri di strada, dalla saggistica di denuncia e testimonianza di Affinati, Spicola e Mastrocola alla “linea resistente”, di perseveranza etica di Lodoli e Pusterla.

Cinzia Ruozzi, dottore di ricerca in Studi umanistici e sociali, è insegnante di lingua e letteratura italiana nei licei. È membro del direttivo della sezione didattica dell’Adi (Associazione degli Italianisti) e si occupa della formazione iniziale degli insegnanti presso le università di Parma, Modena e Reggio Emilia.

ConfigurazioneCARTADIGITALE
TitoloPagineCodiceISBNPrezzo  ISBNPrezzoAcquista 
 2. Raccontare la scuola2723074978882013074910,50Scuolabook97888577172968,74

FORSE TI INTERESSA ANCHE...




Gentile utente.
Il nuovo sito Loescher è stato realizzato per consentire la migliore esperienza visiva e di navigazione possibile.
Il tuo browser purtroppo non risulta supportato al 100%.
Se decidi di proseguire potresti riscontrare problemi sia a livello estetico sia a livello di funzionamento.
Ti consigliamo quindi di passare ad una versione più recente di Internet Explorer oppure di usare Chrome o Firefox.

Se vuoi scaricare Chrome clicca qui.
Se vuoi scaricare Firefox clicca qui

Grazie

Loescher Editore